28/04/2021

Camini a Bioetanolo: cosa sono, come funzionano e perché comprarli

By Giulia Vitale

I camini a bioetanolo sono sempre più comuni in numerose abitazioni. Difatti, non sono pochi coloro che usufruiscono di questi strumenti particolari. Alcuni dopo averli provati non possono più farne a meno. Ma perché tutte queste persone sono affascinate da tali prodotti? Ebbene, a questo proposito è opportuno fare una panoramica al riguardo. Approfondendo tutti i dettagli in merito ai camini a bioetanolo, si potranno conoscere nei dettagli questi prodotti. Ecco quindi, tutto ciò che bisogna sapere al riguardo.

Camino al bioetanolo: cos’è

Un camino a bioetanolo si differenzia totalmente da un camino tradizionale. Difatti, solitamente quando si pensa al camino classico, si ha in mente un prodotto non accessibile per chiunque. Non a caso, solo in determinate abitazioni è possibile installare un prodotto del genere. Molto dipende dalla canna fumaria, elemento che in alcuni casi non può essere installato per mancanza di spazio oppure di necessità. Dunque, cos’è un biocamino? La risposta è semplice.

Si tratta di un camino a tutti gli effetti che però non necessita di canna fumaria. Questo prodotto può essere semplicemente installato nella propria abitazione, qualunque essa sia. Come si intuisce anche dal nome, tale camino funziona grazie al bioetanolo, un combustibile naturale che non inquina l’ambiente.

In poche parole, questo strumento può essere considerato la risposta a tutti coloro che cercano un camino ma non possono installarlo in casa. Ora è possibile ed il risultato farà rimanere chiunque a bocca aperta.

Camini a Bioetanolo cosa sono, come funzionano e perché comprarli

Camino al bioetanolo: opinioni

A questo punto, qualcuno potrebbe chiedersi se vale la pena puntare su questo strumento per riscaldare la propria casa. La risposta è semplice: assolutamente sì. Perché è possibile affermare con assoluta certezza ciò?

In primo luogo, è bene ribadire ancora una volta che questo prodotto non necessita di canna fumaria. Questo significa che non si sarà costretti a chiamare professionisti per effettuare la manutenzione. Avere un biocamino sempre pulito e funzionante è un gioco da ragazzi, un’operazione che può essere svolta anche da coloro che non hanno molta dimestichezza con il fai da te. Anche l’utilizzo del camino è estremamente semplice.

Quando si usa un camino tradizionale, alcuni potrebbero aver paura di accenderlo o di farlo rinvigorire. Allo stesso tempo, alcuni non sanno proprio dove poter posizionare la legna da ardere. Con un caminetto al bioetanolo, tutti questi discorsi svaniscono. Difatti, le operazioni di accensione e spegnimento possono essere effettuate in totale sicurezza. Basterà un attimo e si potrà accendere oppure spegnere questo strumento.

Allo stesso tempo, il bioetanolo può essere posizionato in diversi luoghi della propria abitazione. Il consiglio è quello di avere sempre sotto mano una grossa scorta di combustibile, così da poter utilizzare l’attrezzo senza timore. D’altronde, occorre considerare che questi prodotti consumano molto poco, dunque, dopo aver acquistato una scorta di bioetanolo lo si potrà utilizzare per molto tempo, senza avere costantemente l’impegno di dover acquistare nuovo combustibile.

Inoltre, è bene sapere che questi speciali camini non sono soggetti ad alcuna legislazione. Dunque, sarà possibile installarli nella propria casa senza richiedere permessi speciali o altro. In più, sono indipendenti dalla rete elettrica, quindi anche se si è soggetti ad un impianto centralizzato sarà possibile utilizzarli. Infine, questi prodotti possono anche essere disinstallati e portati con sé in caso di trasloco.

Biocamini come funzionano

Come detto in precedenza, sempre più persone si affidano a quelli che vengono comunemente chiamati biocamini. Anche se questi prodotti sono davvero molto comuni nei tempi odierni, non tutti sanno come funzionano. Riuscire a capire il loro funzionamento è semplice. Come prima cosa però, occorre pensare che un biocamino è totalmente diverso da un camino tradizionale. Non a caso, uno strumento del genere può essere adattato in qualsiasi casa e non ha bisogno di determinati parametri per essere installato.

Il biocamino produce del fuoco e funziona esattamente come un camino sotto diversi punti di vista. Difatti, con le dovute proporzioni, questo strumento riesce a riscaldare e non è solo un semplice oggetto di design. Le fiamme che produce, anche se possono sembrare flebili, sono reali e sono in grado di rilasciare calore. Inoltre, la fiamma viene alimentata dal bioetanolo, un combustibile altamente infiammabile. In più, oltre ad essere estremamente belli da vedere, adattabili a qualsiasi ambiente e stile domestico, i biocamini sono anche facili da gestire ed i loro costi di manutenzione sono incredibilmente ridotti rispetto ad un camino tradizionale. Non occorre stupirsi quindi, se davvero tante persone puntano su biocamini.

I camini a bioetanolo puzzano?

Molti si chiedono se questi camini producono odori sgradevoli in casa. Proprio per questo, alcuni dubitano se acquistare tal prodotti e sfoggiarli nel proprio ambiente domestico. In effetti, sono davvero tanti coloro che tentennano e desiderano conoscere più al riguardo.

Ebbene, occorre andare subito al sodo: i biocamini non puzzano. Coloro che dicono il contrario mentono oppure non hanno mai provato un prodotto del genere nella propria casa. Difatti, una delle caratteristiche che rende un camino del genere così apprezzato sta proprio nel fatto che non vengono rilasciati odori seccanti di alcun genere. Gli odori sgradevoli non verranno affatto percepiti.

Difatti, il bioetanolo è un combustibile che brucia velocemente ma è completamente inodore. Per questa ragione, è impossibile avvertire anche fumo ed il suo odore nauseabondo. Questo significa anche che la combustione del bioetanolo non genera sostanze inquinanti. Dunque, questi prodotti sono sostenibili e danno una mano all’ambiente. L’unico odore che si può percepire è leggermente dolciastro. Viene percepito soltanto in pochi momenti, vale a dire poco dopo l’accensione dello strumento e quando si effettua lo spegnimento.

Nei dettagli, perché il bioetanolo non puzza e non produce fumo? Semplice, perché questo combustibile deriva principalmente da quelli che sono elementi naturali come lo zucchero di canna oppure i cereali. Che fare invece se si avvertono dei cattivi odori quando si usa il biocamino? Ebbene, bisogna comprendere che non è lo strumento a rilasciare quest’olezzo, ma molto probabilmente il combustibile che si sta utilizzando. Difatti, quest’ultimo non sarà di buona qualità piuttosto sarà scadente.

L’eliminazione del fumo e dei cattivi odori porta anche un altro beneficio. Difatti, con un camino a bioetanolo si dovranno effettuare poche operazioni di manutenzione, cercando soltanto di eliminare quelle che sono le croste che si possono formare nel tempo a causa dell’utilizzo del prodotto.

Biocamini come funzionano

Il biocamino riscalda?

Questo è un altro quesito che solletica la mente di tutti coloro che stanno pensando di acquistare un biocamino. Anche in questo caso, la risposta è affermativa. Un biocamino riscalda e può essere utilizzato nei periodi più freddi dell’anno. Tuttavia, occorre fare alcune precisazioni.

Naturalmente, occorre ricordare che questo strumento non ha la stessa potenza di un camino tradizionale. Quindi, non è logico aspettarsi che uno strumento del genere possa riuscire a riscaldare un’intera abitazione. Anzi, in alcuni casi, diverse stanze potrebbero non avvertire minimamente il calore emanato da questo prodotto. Per questa ragione, bisogna ricordare che un biocamino riesce a riscaldare soltanto quelle che sono piccole stanze o stanze di media grandezza. Se, ad esempio, si pone questo strumento in salotto, si può essere sicuri di poter riscaldare quella stanza. Oltre a ciò, può essere utile abbinare questo camino ad un’altra fonte di calore per riuscire ad eliminare il freddo durante la stagione invernale.

In alternativa, un biocamino può essere un’ottima soluzione per monolocali o case molto piccole. Avere a disposizione questo strumento permette di combattere le basse temperature, riuscendo allo stesso tempo ad ottenere un favoloso oggetto per l’arredamento domestico.

Opinioni sui camini a bioetanolo

Quali sono alcune delle opinioni sui camini a bioetanolo? Ebbene, gli esperti di arredamento consigliano questi strumenti a coloro che vogliono avere una fonte di calore in casa. Inoltre, tale prodotto viene consigliato per coloro che non hanno molto tempo a disposizione e non possono occuparsi della costante manutenzione che richiederebbe un camino tradizionale. Allo stesso tempo, è bene ricordare che un camino che utilizza biocombustibile è estremamente economico, in quanto il bioetanolo può essere utilizzato per lunghi periodi.

Ma cosa ne pensano coloro che hanno acquistato un prodotto del genere e lo utilizzano da svariato tempo? Ebbene, chi lo ha provato ora non può più farne a meno. Questo perché il biocamino una volta installato si integra alla perfezione con l’ambiente. In realtà, sembrerà un favoloso pezzo di arredamento, fantastico per coloro che possiedono una casa con stile moderno e minimal.

Insomma, il camino a bioetanolo riesce ad unire l’utile al dilettevole. Vale davvero la pena quindi, acquistare questo strumento ed inserirlo nella propria vita di tutti i giorni.

Vendita caminetti bioetanolo

Sono davvero tanti i brand che si occupano della vendita caminetti bioetanolo. Sul mercato è possibile riuscire a scegliere il marchio che si preferisce, ottenendo in questo modo un prodotto pratico e funzionale. Come accennato in precedenza, il biocamino può essere adattato a qualsiasi tipologia di abitazione. Questo perché non c’è bisogno della creazione della canna fumaria per far funzionare questo strumento.

Quali sono quindi alcuni modelli estremamente gettonati quando si parla della vendita caminetti bioetanolo? Alcuni tra i più famosi in circolazione sono i caminetti ad incasso. Questi prodotti vengono inseriti all’interno di una parete. Professionisti del settore sapranno come installare questo prodotto nel migliore dei modi, offrendo all’utente le dovute protezioni. L’effetto che questi strumenti creano all’interno della propria abitazione è semplicemente fenomenale. Difatti, coloro che per la prima volta entreranno a contatto con questo modello non riusciranno a capire se il fuoco sia reale oppure un semplice effetto scenico. Una scelta del genere può essere una favolosa opzione per chi ama la teatralità e vuole curare al massimo il design della propria casa.

Quando si parla di biocamino, occorre considerare anche il modello da pavimento. Esatto, questo prodotto può essere inserito anche all’interno del pavimento della propria casa. Si tratta di modelli particolarmente eleganti, adatti a coloro che vogliono riscaldare casa in modo alternativo, facendo sempre colpo su quelli che sono gli ospiti in visita. Molto pratici anche quelli che sono i biocamini a semi-incasso, che possono essere installati ovunque grazie alla poca profondità richiesta.

Infine, sono da considerare anche i camini a bioetanolo a isola. Questi ultimi hanno le ruote e possono essere spostati agevolmente da una stanza all’altra. Incredibilmente utili se si vuole portare sempre con sé nell’ambiente domestico questo prodotto in grado di far alzare la temperatura.

Qual è il costo di un biocamino? Ebbene, non c’è un valore fisso da rispettare. Il costo quando si parla della vendita di camini a bioetanolo può variare. Il budget parte da un minimo di 100 euro a salire. Naturalmente, se si opta per i modelli più moderni e importanti, allora si dovrà spendere qualcosa in più. Ad ogni modo, è sempre consigliato acquistare un modello adatto al proprio ambiente domestico, senza soffermarsi troppo sul prezzo. La qualità viene prima di tutto!

Perché comprare i biocamini

I rischi dei camini a bioetanolo

Dal momento che le fiamme di questi camini sono reali, è normale che ci siano anche dei rischi. Si tratta di pericoli minimi, che comunque, è opportuno conoscere, così da poter evitare conseguenze negative oppure prendere le dovute precauzioni.

Difatti, in linea di massimo è opportuno ribadire ancora una volta che questi prodotti sono incredibilmente pratici, chiunque può usufruirne senza troppi problemi. Tuttavia, occorre prestare attenzione ai propri animali domestici. Se in casa si possiedono cani e gatti, questi potrebbero essere attirati dal calore. Difatti, specialmente nei periodi invernali, gli animali sono attratti dal caldo e potrebbero avvicinarsi pericolosamente alle fiamme del camino a bioetanolo. Non vedendo questo prodotto come un pericolo, l’animale potrebbe iniziare a giocare con il fuoco, letteralmente, finendo per ustionarsi con le fiamme o bruciare il pelo.

Lo stesso può dirsi dei bambini piccoli. Difatti, gli infanti che iniziano a camminare per casa o gattonare potrebbero essere attratti da questi strumenti, manifestando la volontà di toccarli. Dunque, occorre sempre prestare la massima attenzione se nel proprio ambiente domestico sono presenti bambini piccoli oppure animali. In più, è opportuno assicurarsi che il biocamino sia abbastanza robusto. In caso di eventuale collisione, questo strumento può resistere, riuscendo a non essere rovesciato.

Ancora, si raccomanda la massima prudenza con il biocamino anche quando ci sono numerosi ospiti nella propria casa. In caso di feste o grandi inviti, qualcuno potrebbe inavvertitamente urtare il camino, rovesciandolo o bruciando i vestiti. Onde evitare i problemi, la cosa più saggia da fare è spegnere questo strumento. In alternativa, si può esortare all’accortezza sin dal primo momento, così da evitare spiacevoli inconvenienti.

I vantaggi dei camini a bioetanolo

I vantaggi dei camini a bioetanolo sono davvero tanti. Comunque, è bene ricapitolarli ancora una volta. Questi strumenti riescono a produrre calore capace di riscaldare un’intera stanza e possono essere un toccasana in monolocali o ambienti molto piccoli. Inoltre, non consumano molto, la loro miscela naturale può durare per un lungo periodo di tempo.

Ancora, questi camini si differenziano dai classici perché non producono fumi oppure odori sgradevoli. L’unico profumo che si può avvertire da questi strumenti è leggermente dolciastro e deriva dal bioetanolo, elemento creato con ingredienti naturali come zucchero e cereali. Per questa ragione, i biocamini sono anche eco-friendly, sostenibili, non inquinano l’ambiente.

Questi prodotti sono sempre adatti per la propria casa e non necessitano canna fumaria. La loro manutenzione può essere effettuata in modo rapido e veloce. In più, il vantaggio economico per mantenere questi camini al top è sorprendente.

In ultima analisi, coloro che stanno pensando di acquistare un camino a bioetanolo ora sanno che è un’ottima scelta e difficilmente torneranno sui propri passi!