Come arredare un bagno per disabili
08/06/2021

Come arredare un bagno per disabili

By Lorenza Ferraro

L’utilizzo del bagno da parte dei disabili deve essere agevole e sicuro, per questo motivo è importante mettere in pratica alcuni interventi al fine di renderlo facilmente accessibile. Arredare un bagno per disabili nel modo adeguato è, infatti, fondamentale per permettergli di utilizzare i sanitari in sicurezza e provvedere alla propria igiene personale, anche in autonomia. Per una migliore fruizione dello spazio bisogna garantire le dimensioni minime, scegliere un arredo minimale ma funzionale, installare sanitari e ausili per anziani e disabili e prevede anche alcuni accessori utili ad incrementare il livello di sicurezza. Vediamo come organizzare e arredare al meglio un bagno per disabili.

Norme da rispettare

Ci sono pochi ma importanti obblighi da rispettare quando si progetta un bagno per disabili. Le dimensioni minime devono consentire i liberi movimenti con la sedia a rotelle; il lavabo deve essere sospeso con spazio inferiore a 70/75 cm; il rubinetto a “leva” e lo specchio posizionato in modo da essere fruibile per tutti. Il wc, anche questo preferibilmente sospeso, deve sporgere di 75/80 cm dal muro per consentire l’accostamento della carrozzina, deve avere maniglioni laterali d’appoggio, pulsanti di scarico e campanello d’emergenza. Un bagno davvero accessibile, comunque, deve consentire sempre la fruizione intuitiva degli spazi, non deve avere barriere architettoniche e consentire i movimenti in carrozzella.

Vasche con porta e docce per disabili 

Le vasche per disabili devono essere progettate in modo da garantire sempre la sicurezza durante il momento del bagno. Le vasche con sportello per anziani e disabili consentono l’accesso facilitato all’interno, grazie alla presenza dell’apertura esterna e i maniglioni di appoggio per aiutarsi con le braccia. Inoltre, è presente la seduta antiscivolo, anche motorizzata, per consentire al disabile di raggiungere il fondo vasca e rialzarsi senza il minimo sforzo. Se vuoi approfondire, puoi visionare alcune vasche da bagno con sportello su ausliperlacasa.it. I box doccia, invece, devono avere delle dimensioni che consentono sempre l’entrata in sedia a rotelle, una seduta e dei maniglioni per aiutarsi durante i movimenti. Inoltre, il piatto doccia deve essere a filo pavimento, in modo da impedire che possano verificarsi incidenti durante l’entrata e l’uscita da parte del disabile o l’anziano.

WC

wc per disabili hanno la funzione di sorreggere pesi importanti, persone incapaci di far leva sulle proprie gambe per alzarsi. Bisogna valutare una comoda apertura frontale per rendere più semplice la pulizia intima. In alternativa, è possibile installare un alzawater, un dispositivo che rende più semplice sedersi e alzarsi e spostarsi dalla sedia a rotelle. Per un maggior livello di sicurezza, bisogna installare dei maniglioni, che permettono di trovare appoggio e sorreggersi durante gli spostamenti.

Lavabo

Il lavabo non deve avere la colonna, ma essere sospeso, montato sulla parete e non sul pavimento. Questo assetto è studiato per permettere alla persona disabile di avvicinarsi con la sedia a rotelle e facilitare le operazioni di cura e igiene. È necessario che i materiali utilizzati per il lavabo sia di qualità eccellente e che dispongano di alcuni punti morbidi per evitare che la persona disabile subisca colpi accidentali.

Arredo bagno

Come accennato all’inizio, l’arredo bagno deve essere essenziale, è necessario lasciare lo spazio adeguato all’interno dell’ambiente per facilitare i movimenti. Il disabile deve potersi muovere con la sedia a rotelle senza urtare alcun arredo e avere lo spazio necessario per fare un giro completo con la stessa. Nel caso, invece, utilizzi un deambulatore, il disabile non dovrà trovare ostacoli, nessun mobile ingombrante o dislivelli sul pavimento. Bisogna scegliere un arredo funzionale ed essenziale, che permetta di contenere gli accessori necessari per il bagno ed evitare ingombri inutili. Infine, è consigliato installare maniglioni d’appoggio in più punti del bagno, dove utili per aiutare la persona a sollevarsi con maggiore facilità dalla sedia.