Come costruire un giocattolo in legno
10/05/2020

Come costruire un giocattolo in legno

By Giulia Vitale

Ormai facciamo parte di un’era completamente digitalizzata, tutto ciò che un bambino desidera è a portata di click, contenuti informatici spesso poco educativi, sono tra i giochi più in voga del momento senza contare oggetti di uso comune come telefonini, PC, e console hanno ormai allontanato quello che potremmo definire il vecchio stereotipo di giocattolo.

Magari soltanto pensare di costruire un giocattolo in legno per i propri figlio o per qualsivoglia bambino ai giorni d’oggi potrebbe sembrare retrogrado ed addirittura di tempo ormai dimenticati, senza sapere che fino a pochi decenni fa i giocattoli più belli ed ambiti erano proprio quelli artigianali, da sfoggiare con orgoglio in quanto pezzi unici ed inimitabili.

Di fatto i giocattoli in legno artigianali non riescono a soddisfare tutte le esigenze di un bambino ma dalla loro hanno un’incredibile autenticità dovuta alla personalizzazione. Proprio grazie alla personalizzazione che in commercio non troveremo mai determinati giocattoli raffiguranti quel personaggi tanto apprezzati dai vostri bambini, quella macchinina speciale con scritto il suo nome sopra, questo comporta anche un vero e proprio coinvolgimento emotivo da parte di un bambino, che con il tempo diventerà un felice ricordo da custodire gelosamente.

Non tanti anni fa ci si divertiva con poco e niente, ma ciò non vuol dire che non possiamo far rivivere ai nostri bambini le stesse emozioni, sopratutto nel caso in qui questi godono di genitori bravi nel fai da te. Costruire un giocattolo in legno con il papà o la mamma sarà sicuramente un’esperienza indimenticabile che il piccolo porterà con se per tutta la sua vita.

Scelta dei materiali ed attrezzatura

A seconda del giocattolo che intendiamo costruire avremo bisogno di differenti tipologie e di legno che possiamo tranquillamente acquistare. Per dei giocattoli in legno più grandi è consigliabile adoperarsi alla ricerca di un buon legno abbastanza duro e quello dei pellet assolutamente ricopre ogni nostra esigenza, rintracciarli è facile, sul web sono in vendita ad un prezzo molto abbordabili che si aggirano intorno ai 15 – 20 euro con un po di furbizia potrete portarvene a casa una gratuitamente, in quanto nei centri commerciali e nei supermercati ne hanno a centinaia da smaltire.

Se invece dovete creare un giocattolo dalle dimensioni ridotte potrete benissimamente utilizzare delle cassettine che vengono utilizzate per contenere la frutta seconda della tipologia ve ne potrebbero servire 4-6 come potrete immaginare anche facili da reperire

Attrezzatura

Coppia di cacciaviti fisso ed a stella
Pinza
Martelletto
Trapano avvitatore
seghetto alternativo
viti per legno di varie dimensioni
Stucco per legno
carta abrasiva con con granatura sottile e doppia
vernice per legno atossica

Taglio del legno

Qualsiasi tipologia di giocattolo avrete deciso di costruire la prima cosa da fare è quella di procedere con il taglio delle varie parti che poi andremo ad assemblare. con una matita o con un pennarello andate a disegnare sul legno le varie componenti di cui avete bisogno, mantenendo una distanza di 5-6 centimetri l’una dall’altra.

L’operazione di taglio va fatta in massima sicurezza pertanto munitevi di occhiali antischeggia e guanti, tenere lontani i bambini, potranno contribuire in un secondo momento. Il taglio va eseguito con il seghetto alternativo, pertanto va tenuto fermo il pezzo di legno anche due molle da bloccaggio vanno più che bene, l’operazione va eseguita lentamente in modo da non danneggiare il legno e non spezzare la lama del seghetto alternativo, se qualche punto viene impreciso non fa niente avremo modo di rimodellarlo in un secondo momento.

Levigazione e foratura

A questo punto ci troveremo con tutte le componenti del nostro giocattolo da assemblare, ma prima hanno bisogno di essere levigate e forate in modo da avere un risultato pulito e visivamente appetibile. Procediamo con una levigazione tramite una carta con granatura maggiore, questa permette di eliminare una maggiore quantità di materiale in eccesso del legno e con una buona accortezza sarà possibile anche rimuovere eventuali imperfezioni causate dal taglio.

Dopo aver terminato la levigazione con una grana più dura bisogna ripetere la stessa operazione utilizzando la carta con una grana più morbida questo ci consentirà di rendere tutte le superfici perfettamente lisce con dei bordi leggermente arrotondati.

La foratura invece richiede l’assemblaggio delle varie parti senza ovviamente fissarle, questo punto è fondamentale perché si andranno a praticare dei fori con una punta da 1mm, da 5mm e da 6mm. Nello specifico i fori da 1mm andranno praticati nei puti interni dove entrerà solo la vite invece il foro da 5 farà da binario per la testa della vite che che andrà ad adagiarsi perfettamente con il foro da 6mm il quale fungerà esattamente da nascondiglio per la testa della vite in questo modo avremo un giocattolo senza viti sporgenti ovviamente pericolose per un bambino.

Assemblaggio stuccaggio e verniciatura

Anche se il nostro lavoro non è assolutamente terminato, finalmente possiamo assemblare il nostro giocattolo tramite viti e fori creati in precedenza, adesso noterete che le teste delle viti entrano di qualche millimetro nel legno a causa della sfasatura fatta dal foro da 6mm. Non c’è assolutamente da preoccuparsi in quanto i fori e le viti le andremo a coprire con dello stucco per legno da applicare con una spatolina il quale una volta asciugato dovrà essere levigato con una carta abrasiva.

A questo punto non dobbiamo fare altro che procedere con la verniciatura con vernice atossica utilizzando pennellini con misure diverse ma se si vuole essere ancor più precisi possiamo utilizzare dello scotch in carta. Dopo aver lasciato asciugare la vernice per una notte per la gioia dei nostri bambini il giocattolo è pronto.