Come sanificare le superfici della propria casa
09/05/2020

Come sanificare le superfici della propria casa?

By Giulia Vitale

Oltre ad utilizzare i giusti prodotti ci sono alcune regole indispensabili da seguire affinché le operazioni di pulizia domestica siano efficaci contro germi, batteri e anche il Coronavirus. Matteo Fadenti, dottore in tecniche di prevenzione degli ambienti e dei luoghi di lavoro, spiega in quale modo si può rendere sicura e igienizzata la casa.

Sanificare con il disinfettante giusto

Per poter eliminare macchie, allergeni, batteri, virus e in questo periodo anche il Coronavirus è fondamentale utilizzare dei prodotti adeguati alla sanificazione. Gel disinfettanti, alcol, spray e candeggina mai come oggi si rivelano come alleati indispensabili alle nostre attuali esigenze, ma per essere certi di una igienizzazione profonda e sicura è meglio preferire i prodotti certificati Presidio Medico Chirurgico.

Sono facili da riconoscere perché riportano sulla confezione un apposito bollino e in commercio se ne trovano davvero di infinite varianti: profumati, con candeggina o solo con alcol, in spray, in mousse, ecc. Inoltre adatto alla sanificazione di elettrodomestici come il frigorifero e altri che prevedono un contatto diretto o indiretto con i cibi è l’ìaceto, perfetto per eliminare batteri, muffe e cattivi odori.

Per combattere invece efficacemente il Coronavirus e sanificare le superfici lavabili domestico il rimedio più efficace è l’alcol e tutte le soluzioni idro-alcoliche, cioè composto anche da una percentuale di acqua. Quest’ultima è di fondamentale importanza per un’efficace sanificazione e in generale sono da preferire i detergenti con una quantità di alcol variabile dal 60% al 90%. Infine, è anche necessario, sempre, seguire le indicazioni d’uso riportate sulle confezioni e rispettare i tempi di posa dei prodotti.

Sanificare con il vapore

Il vapore è da sempre uno dei metodi più affidabili per eliminare virus e batteri e igienizzare in pochi step la casa. Infatti le alte temperature sono in grado di uccidere la quasi totalità dei germi e, anche se per il Coronavirus, non ci sono dati certi a riguardo, si può comunque ritenere molto utile una sanificazione di questo tipo anche in questo periodo.

Molti esperti però suggeriscono anche di utilizzare, prima del vapore, un prodotto sgrassante o contenente alcol nelle giuste quantità, così da essere certi di mettere in atto una sanificazione profonda e molto efficace.

La pulizia a vapore si effettua mediante appositi elettrodomestici, in commercio ne esistono per tutte le tasche ed esigenze e con questi si possono tranquillamente pulire anche tutte le superfici e attrezzature che vengono a contatto con i cibi, i giochi e gli accessori per bambini ed anziani. Inoltre permettono di igienizzare con la sola forza del vapore e dell’acqua, risparmiando quindi anche sull’acquisto di detergenti vari.

Sanificare i pavimenti

I pavimenti sono un vero covo di sporcizia, germi e batteri ed è necessario pulirli regolarmente e sostanzialmente mediante tre fasi distinte. Tra queste:

  • rimozione della polvere: e di particelle varie mediante una pulizia meccanica, cioè da effettuarsi mediante una scopa o meglio ancora un aspirapolvere.
  • rimozione dello strato superficiale: di sporcizia che spesso diventa una barriera per batteri vari e virus; basta utilizzare un detergente apposito per pavimenti e specifico per il materiale interessato ma che sia sgrassante.
  • sanificazione finale: con prodotti a Presidio Medico Chirurgico o che contengano in generale candeggina, cloro o alcol.

Questi step necessari per pulire a fondo i pavimenti di casa andrebbero eseguiti uno dopo l’altro in questo rodine almeno una volta a settimana. In generale si consiglia anche di cercare di ridurre la sporcizia portata in casa togliendosi le scarpe prima di varcare la soglia della dimora.

Non solo, come detto prima è anche necessario seguire le istruzioni dei prodotti scelti e cercare di pulire subito quando accidentalmente si macchia una superficie o, in questo caso, il pavimento. Evitare di far attecchire o seccare le macchie è importante e scongiura notevoli attacchi batterici, di muffe e di insetti.

Sanificare le superfici in casa 500

Anche le superfici lavabili dei tavoli, delle scrivanie, delle mensole e di tutti quegli arredi e complementi che possono venire a contatto con saliva, virus e sporcizia e che utilizziamo quotidianamente necessitano di un’accurata pulizia e sanificazione.

Soprattutto in questo periodo di pandemia da Coronavirus è importante non tralasciare nulla e concentrarsi su un’accorta metodologia igienizzante da attuare costantemente e con regolarità. Non solo, proprio come visto per i pavimenti, si può eseguire una profonda sanificazione prima spolverando ed eliminando polveri e particelle visibili ed invisibili di sporcizia, poi passando un detergente sgrassante e in ultimo un igienizzante specifico.

Se si predilige il vapore questo andrà utilizzato come passaggio ulteriore, cioè dopo lo spolvero e la sgrassatura e si consiglia l’utilizzo finale di prodotti alcolici, soprattutto su superfici di uso quotidiano. I tavoli, le scrivanie ed altre superfici è bene siano lavate e pulite seguendo queste dritte anche ogni giorno, vedi ad esempio il piano cucina, oppure a giorni alterni.

Spugne: errori da evitare

Infine, oltre ad aver esaminato come sanificare le superfici della propria casa, è bene spendere qualche parola per gli strumenti atti alla pulizia ed in particolare parliamo di spugne. Gli esperti suggeriscono l’utilizzo di prodotti monouso, più sicuri ed igienici, ma per evitare sprechi, anche economici, vanno bene anche i tradizionali stracci, panni appositi e appunte spugne.

È però indispensabile lavare questi strumenti di pulizia molto spesso e gettarli appena si notano segni di usura o macchie che non vanno via. Per sanificare le spugne dopo ogni utilizzo, siano queste abrasive, quadrate, piccole o grandi, ecc., si possono lasciare in ammollo in una soluzione idro-alcolica o in poco disinfettante per superfici. In questo modo le fibre verranno pulite a fondo, ma ad ogni modo al massimo ogni mese le spugne che si utilizzano ogni giorno vanno assolutamente cambiate.