Come sostituire le lampadine dell'auto
08/05/2020

Come sostituire le lampadine dell’auto

By Giulia Vitale

A volte è possibile agire in autonomiapersostituire le lampadine dell’auto, senza necessariamente richiedere l’aiuto di uno specialista o di un meccanico.

Luci tradizionali dell’auto: sostituzione fai da te

Tra le diverse luci tradizionali presenti in una autovettura è possibile trovare:
• gli indicatori di direzione anteriori;
• le luci posteriori con indicatore di retromarcia e fendinebbia (per le ultime due opzioni non sono sempre presenti in ogni veicolo);
• le luci per illuminare la targa;
• le luci interne, dell’abitacolo;
• i fari anteriori.

Quale categoria di luce risulta necessaria per effettuare la sostituzione?

Ogni veicolo presenta una diversa tipologia di illuminazione. Per questa ragione, prima di procedere con l’effettiva sostituzione, è necessario capire se:
• opzione uno: si tratti di lampadine tradizionali, dunque a incandescenza (per le macchine d’epoca) o recentemente alogene che possono essere, a loro volta, di altrettante differenti categorie: H1-H3 e H7 (sistema con quattro fari) che sono formate da un singolo filamento, e le H4-H6 che ne hanno due (sistema con due fari);
• opzione due: siano installate all’interno dell’auto le lampadine a LED;
• opzione tre: si tratti, infine, di lampade a scarica con gas, ovvero allo xeno e bi-xeno (ormai non più utilizzata nelle autovetture dagli anni ’90 a oggi, fa parte, al massimo, di funzioni extra di alcuni modelli).
In caso di incertezza o qualora non si riuscisse autonomamente a comprendere quale sia la tipologia di lampadina installata sulla propria auto si consiglia di consultare il manuale del veicolo.

Le luci allo xeno: cosa sono e come sostituirle

Se all’interno della propria auto sono installate le luci allo xeno bisognerà procedere alla sostituzione seguendo specifiche regole.

Per cambiare le luci allo xeno, che possono essere presenti per le luci anabbaglianti o i proiettori anteriori, appare necessario utilizzare un alimentatore elettronico che fornisca 25.000 Volt. In questo modo si permetterà allo strumento di scatenare l’ignizione del gas.

È assolutamente necessario che sia un professionista a svolgere questa sostituzione essendo estremamente pericolosa. Per questa ragione, se il proprio veicolo è fornito di questa tipologia di lampadine dovrà essere cura del proprietario contattare uno specialista che possa provvedere con la sostituzione attraverso l’utilizzo di attrezzi specifici.

Le lampadine a LED o ad incandescenza: cosa sono e come sostituirle

Luci a LED tradizionali e moderne: le differenze

Per quanto riguarda le lampadine a LED, dotate di un apposito porta-lampada (presente in tutti i modelli di lampadine tradizionali), il procedimento per la sostituzione è lo stesso che si seguirebbe per le lampadine ad incandescenza. Se invece nella propria automobile sono installati LED di ultima generazione, integrati sia nei fari posteriori che anteriori, per la sostituzione è necessaria la presenza di un’officina specializzata. Anche in questo caso, infatti, sono necessari gli strumenti professionali e la conoscenza della procedura più corretta per evitare di danneggiare la macchina.

Consigli per la sostituzione delle lampade della tipologia H4

La specifica categoria di lampadine per automobili H4 dispone di tre attacchi a distanza (uguale tra loro) che presentano diverse misure. Dunque per effettuarne l’nserimento correttamente appare opportuno verificare la posizione corretta.
Per prima cosa è necessario prendere la lampada dal lato del porta-lampade evitando di toccare il tubo di vetro. In questo modo sarà possibile non comprometterle con la sporcizia delle mani o dei guanti indossati per effettuare tale operazione.

Come cambiare la lampadina dell’automobile: tutti i passaggi

Per sostituire la lampadina dell’auto è necessario procedere per step. La prima operazione da effettuare è quella di rimuovere il coperchio a vite presente sul retro del faro. Per le auto moderne, questo passaggio potrebbe risultare estremamente complesso.

Infatti, smontare il faro interamente, eventualmente il coperchio del passa-ruota o la griglia del radiatore o ancora la carenatura anteriore potrebbe non essere semplice per chi non possiede le giuste conoscenze o la manualità. Tuttavia, è sufficiente procedere lentamente senza usare una forza eccessiva. Per avere la certezza che sia possibile procedere autonomamente è sufficiente aprire il cofano e controllare il retro del proiettore anteriore per verificare la facilità di smontaggio.

Una volta appurata la composizione e compreso come procedere autonomamente sarà doveroso:
• acquistare in precedenza il modello di lampadina adatta (che sia H7 o H4);
• assicurarsi che la macchina sia spenta e non ci siano le chiavi inserite nel quadro;
• aprire il cofano dell’auto;
• rimuovere il coperchio di forma circolare situato sul retro del faro (normalmente è grande come una mano e in base al modello dell’auto può essere di colore grigio o nero). Se l’apertura risulta ostica, gli esperti consigliano di utilizzare i guanti o un asciugamano che possano aumentare il grip con la superficie permettendo di rimuoverlo con più facilità;
• a questo punto bisognerà togliere la spina del porta-lampade dalla presa;
• successivamente procedere con la rimozione del cosiddetto raccordo (basterà premere per abbassarlo), in modo da poter rimuovere la vecchia lampadina. È essenziale procedere con cautela non usando una forza eccessiva che potrebbe compromettere o, ancor peggio, rompere il raccordo;
• inserire gli attacchi della nuova lampada (ricordando di mettere a frutto i consigli sul riflettore, per le lampade H4) e collegare il cavo con la lampadina;
• infine, fissare la copertura del faro e controllarne il funzionamento.

Per la sostituzione delle luci posteriori, si procede in egual modo ma dall’interno del bagagliaio:
• la copertura è posiziona (appesa o fissata con viti) dietro ai fari situati nel pannello interno;
• a questo punto è necessario rimuovere il pannello;
• smontare la copertura per individuare il porta-lampada che dovrà essere rimosso (seguendo le indicazioni del manuale di riparazione);
• a questo punto sarà possibile procedere con la rimozione delle singole lampadine (semplicemente premendole dal lato del tubo, all’interno del raccordo per poi girarle e allentarle).

Per quanto riguarda la sostituzione delle lampadine della targa, queste possono essere riconosciute in quanto assomigliano a fusibili in vetro e vengono alzate semplicemente con un cacciavite per poi essere inserite con un semplice click.