Come sostituire un termosifone in 5 step
03/05/2020

Come sostituire un termosifone in 5 step

By Lorenza Ferraro

Se sei alle prese con una ristrutturazione, attivare l’offerta luce e gas da un comparatore come CheTariffa.it non è l’unica carta a tua disposizione per risparmiare sulla bolletta. Ad esempio, potresti approfittare dei lavori in casa per cambiare la disposizione dei radiatori o per sostituire direttamente uno o più termosifoni con altri più funzionali.

Sostituire un termosifone in 5 step: come fare

1) Aprire la valvola di spurgo del termosifone

Quando si parla di sostituire un termosifone in casa, il primo step è quello di eseguire un test sul funzionamento del vecchio. Questo piccolo controllo servirà a verificare l’esistenza di eventuali anomalie dell’impianto: se quest’ultimo fosse danneggiato, la sostituzione del termosifone si rivelerebbe sostanzialmente inutile. Il test consiste nel controllare che la parte alta risulti più fredda di quella inferiore. In caso di esito affermativo, è sufficiente aprire la valvola di spurgo del termosifone ed espellere l’aria accumulata.

2) Smontare il vecchio radiatore

Il secondo passaggio consiste nell’asportazione del vecchio radiatore: meglio procedere con la massima prudenza. In questa fase occorre chiudere la valvola d’entrata e svitare la valvolina di sfiato (potrebbero servirvi strumenti come chiavi, pinze e cacciaviti). Il passo successivo consiste nello svitare il dado di tenuta del detentore e utilizzare una vaschetta o un contenitore per raccogliere l’acqua contenuta nel radiatore. Una volta svuotato il radiatore lo si potrà staccare dalla parete: per farlo, è sufficiente allentare i dadi del supporto o sollevarlo dalle mensole. Qualora si dovesse procedere con l’asportazione di un radiatore in ghisa non si deve assolutamente trascurarne il peso: mai sollevarlo da soli. È importante assicurarsi di acquistare un radiatore che abbia le stesse misure del vecchio termosifone: qualora le dimensioni fossero diverse, sarebbe necessario adattare e saldare i tubi di carico e scarico ai nuovi attacchi.

3) Isolare correttamente la parete

Avete capito bene: la parete deve essere trattata. Se lo strato isolante è di bassa qualità, il calore è destinato a disperdersi e la sostituzione del termosifone risulterebbe pressoché inutile. Esiste una vasta scelta di pannelli isolanti: si va dalla lana di vetro fino al polistirolo espanso ad alta densità.

4) Concludere le fasi preparatorie

Prima di procedere a installare il nuovo radiatore occorre montare lo sfiatatoio, il tappo di chiusura e i due raccordi per l’entrata e l’uscita dell’acqua calda.

5) Installare il nuovo calorifero
Una volta acquistato il nuovo termosifone, occorre collegarlo al resto dell’impianto. Questa è la fase più delicata, per cui conviene farsi aiutare da un professionista. Nel caso in cui vogliate procedere da soli, questo articolo di Bricoportale può indicarvi passo passo l’ultimo step.

Le 3 diverse tipologie di radiatori

È bene ricordare che esistono tre tipologie diverse di radiatori ad acqua: quelli in ghisa, alluminio e acciaio. Mentre la ghisa tende a scaldarsi molto lentamente, i radiatori in alluminio raggiungono rapidamente la temperatura prevista, ma si raffreddano altrettanto in fretta non appena il flusso di acqua calda viene interrotto. Dal punto di vista termico, i radiatori in acciaio hanno lo stesso comportamento di quelli in alluminio e vengono utilizzati soprattutto come complementi d’arredo. Ogni tipologia di radiatore è dotata di quattro aperture filettate che favoriscono l’installazione. I radiatori in ghisa vengono venduti grezzi e necessitano di una verniciatura, mentre quelli in alluminio e in acciaio sono forniti pronti per l’installazione.

E se invece rinunciaste per sempre al termosifone?

Già, e se rinunciaste al termosifone? Sembra una provocazione, ma non lo è. Negli ultimi anni, il riscaldamento a pavimento ha preso il posto degli impianti tradizionali (quelli con la caldaia a gas): nascosta sotto le piastrelle, una rete di tubi di acqua calda sostituisce i termosifoni e promette prestazioni di altissimo livello. Non ci credete? Provare per credere!