Quali sono i vantaggi offerti dai camini senza canna fumaria
22/06/2020

Quali sono i vantaggi offerti dai camini senza canna fumaria?

By Giulia Vitale

Avere un camino in casa è un lusso che non tutti possono permettersi, sia per questioni di spazio, sia per quanto riguarda i costi. Oggi però in commercio sono presenti molti modelli accessibili a tutti, tuttavia c’è ancora chi rinuncia a questo bene a causa della canna fumaria.

Si tratta infatti di un particolare da non trascurare che attraverso l’emissione di fumi può creare problemi, in primis incide negativamente sull’inquinamento e come altro aspetto può essere poco estetico. Per questi motivi e altri ancora molte persone preferiscono optare per altri modelli che sono comunque capaci di offrire moltissimi benefici.

Attraverso questo articolo analizzeremo nel dettaglio i vantaggi dei camini senza canna fumaria (come quelli proposti da Maisonfire).

Camino a bioetanolo

Il bioetanolo è un combustibile liquido prodotto con scarti agricoli, e i caminetti a bioetanolo sono sicuramente tra i modelli più adatti a riscaldare locali e abitazioni di grandi dimensioni. Chiunque potrà ottenere un eccellente livello di calore, oltre questo si avrà anche la possibilità di poter usufruire di livelli eccellenti di calore che non produrranno alcun fumo dannoso per la salute.

Oltre tutti questi aspetti, un camino a bioetanolo non crea fastidi nel proprio arredamento, in virtù del fatto che non produce alcun tipo di residuo. Altro aspetto positivo è la facilità di ricerca dei rivenditori dei combustibili, che saranno in grado di offrire tutto il necessario per l’alimentazione del camino.

Bisogna però tener conto anche di quelli che sono i vantaggi che questa tipologia di camino presenta, uno su tutti l’aspetto estetico. Molte persone infatti potrebbero non gradire l’effetto visivo, apparentemente artificiale, si tratta però di un fastidio facilmente risolvibile grazie alla possibilità di scegliere modelli progettati in modo da simulare l’effetto camino con legna.

Caminetti a gas

Tra i modelli più diffusi in commercio si sono sicuramente quelli a gas senza canna fumaria. Tuttavia molte persone decidono di optare per altri modelli in quanto non ritengono questi camini molto sicuri. La verità però è un’altra, infatti l’importante è rispettare le norme di sicurezza, soprattutto quelle relative all’aerazione dei locali. Se si fa questo non si riscontrerà alcun tipo di problema e si riuscirà ad utilizzare il proprio camino in completa tranquillità e sicurezza.

Ci sono diverse soluzioni, sia quelle a metano che quelle a gpl, che hanno come principale vantaggio il fatto di non produrre calore sul retro. Per questo motivo si rileva estremamente adatto soprattutto in ambienti dove c’è la carta da parati. Il sistema catalitico permette inoltre il passaggio dei fumi di scarico, riuscendo anche a convertire il monossido di carbonio generatosi in seguito alla combustione in anidride carbonica e vapore acqueo.

Anche per quanto riguarda questa tipologia di camino si possono riscontrare degli svantaggi uno su tutti è che per avere la completa sicurezza si rende necessario una condotta di scarico. Tuttavia anche in questo caso il problema è facilmente risolvibile, basta infatti una condotta corta, in quanto le missioni non contengono residui e pulviscoli e per questo motivo non macchiano.

Come abbiamo avuto modo di vedere ci sono molti modelli di camino senza canna fumaria, basta scegliere solo quello più adatto alle proprie esigenze.