Quanto costa montare un condizionatore d'aria
06/05/2020

Quanto costa montare un condizionatore d’aria

By Lorenza Ferraro

Il condizionatore d’aria è un elettrodomestico che deve essere istallato da un professionista del settore. Non c’è una persona specifica idonea, non c’è un albo per gli installatori. Normalmente esistono ditte che si occupano di climatizzazione e sono specializzate nel montaggio.

Basta cercare su google “montaggio condizionatori” relativo alla vostra città e troverete una marea di società che si occupano di questo tipo di impianti. La nostra raccomandazione è quella di non ridurvi all’ ultimo momento, in estate piena, per il montaggio, sono pieni di lavoro in quel periodo.

Quanto si paga per montare un condizionatore. Abbiamo chiamato questa ditta che installa condizionatori a Roma e ci ha confermato un prezzo che oscilla tra 200 e 300 euro per il montaggio, esclusa fornitura del condizionatore che va comprato a parte.

Prima di chiamarla cerchiamo di capire in che modo montarlo. Il tuo progetto di climatizzazione non dovrebbe essere preso alla leggera. In effetti, molte cose da sapere per scegliere un condizionatore d’aria adatto alle tue esigenze. Hai scelto un modello fisso comprendente un modulo interno e possibilmente un modulo esterno. La sua installazione richiederà quindi un lavoro. Inoltre, il condizionatore d’aria può contenere un refrigerante che richiede ulteriori precauzioni durante l’installazione per evitare perdite. Ecco i passaggi per preparare l’installazione del condizionamento domestico : dimensionare il suo condizionamento, ottenere gli accordi necessari e scegliere dove installare le unità del sistema di condizionamento.

Bilancio termico per aria condizionata e riscaldamento

La prima cosa da fare nel tuo progetto è un bilancio termico per studiare le prestazioni energetiche della tua casa. Questa valutazione ti permetterà di sapere quale tipo di condizionatore d’aria installare , la sua potenza e le sue dimensioni. Per questo, tiene conto dell’area della stanza da climatizzare, delle tue esigenze, dell’isolamento della casa o della natura delle pareti.

L’obiettivo è definire la potenza necessaria per raffreddare la tua casa in modo ottimale. Ciò eviterà i rischi di sottodimensionamento che causerà il malfunzionamento del sistema di aria condizionata e una bolletta elettrica elevata.

Il rischio è anche di sovradimensionare l’installazione, il che è inutile se non pagare di più per un condizionamento d’aria troppo potente. L’altro pericolo riguarda la condensa. Dobbiamo pianificare la sua evacuazione in modo da non finire con un mucchio di goccioline sui muri, che alla fine pone problemi di salute.

I criteri per la scelta del vostro condizionamento devono essere rispettate :

  • Aria condizionata normale o aria condizionata reversibile con modalità caldo e freddo.
  • La potenza del sistema di condizionamento d’aria reversibile in watt: è definita dopo il bilancio termico.
  • Design: è importante non rovinare la tua decorazione d’interni.
  • Rumorosità: un livello basso è essenziale per il tuo comfort, soprattutto se utilizzerete il condizionatore di notte quando dormite
  • Il costo della manutenzione: come qualsiasi dispositivo, devi pensare che il tuo condizionatore d’aria dovrà essere sottoposto a manutenzione almeno una volta all’anno. Potete pero’ farla da soli, basta pulire i filtri dell’ aria.

Per quel che riguarda la potenza, per una singola stanza i modelli piu’ utilizzati sono quelli da 9000 e 12000 BTU. I primi vanno bene per ambienti fino a 25 mq, i secondi fino a 40-50 mq. Ovviamente questi parametri vanno prese con le pinze, dipende anche dal caldo che c’è in casa.

Una volta calcolato il dimensionamento del condizionatore d’aria è necessario decidere dove installarlo. Un sistema di climatizzazione è composto da più unità e apparecchiature collegate tra loro, sistema multisplit. È quindi importante elaborare uno schema di assemblaggio per determinare correttamente dove installare il motore e i vari split interni.

Il condizionatore d’aria deve trovarsi in un luogo ventilato, sano e privo di umidità . Deve essere protetto dal vento e dalla pioggia, dalle intemperie in generale. Sulla sua strada, non devono esserci ostacoli per facilitare il movimento dell’aria. Non dovrebbe essere vicino a una fonte di calore o acqua. Infine, evita di posizionarlo di fronte ai mobili in cui rimani a lungo come un divano o un letto.

Si consiglia di non impostare il condizionatore d’aria a una temperatura inferiore a 20 gradi per evitare raffreddori e mal di testa. Allo stesso modo, la differenza di temperatura tra l’interno e l’esterno della casa non deve superare gli 8 gradi.