Vendere casa privatamente
13/06/2020

Vendere casa privatamente: è possibile?

By daniele

Vendere casa privatamente è possibile! Oggi, tramite internet, è molto più semplice di quanto tu possa immaginare.

Ma andiamo per gradi, ecco quali sono gli step principali da seguire!

Utilizza internet

Tramite internet è molto più semplice vendere casa privatamente rispetto a non molto tempo fa in cui era fondamentale affidarsi ad una agenzia immobiliare.

Esistono diversi portali immobiliari sia generici sia rivolti esplicitamente alla vendita da privato.

All’interno dei portali puoi inserire le foto e la descrizione dettagliata dell’immobile assieme all’inserimento dei recapiti tramite i quali i potenziali compratori ti potranno ricontattare.

Come puoi vedere, è molto più semplice trovare eventuali compratori usando i portali online e potrai risparmiare la quota che normalmente è destinata all’agenzia.

Presenta al meglio la tua casa

Per vendere la tua casa privatamente devi predisporla nel modo migliore e mettendoti nei panni di un potenziale acquirente.

Dunque appena decidi di vendere la tua abitazione devi pulirla per bene facendo attenzione a ripulire correttamente anche parti nascoste evitando che un potenziale compratore possa notare macchie di umidità su muri o soffitti, sporcizia sulle parti esterne e così via.

È consigliabile imbiancare la casa prima di metterla in vendita con lo scopo di aumentare la sua valutazione.

Infine ricontrolla molto bene che tutti gli impianti siano a norma e funzionanti: il cliente richiederà uno sconto sul prezzo dell’importo nel caso in cui pompe idrauliche, caldaie o fili elettrici fossero danneggiati.

Dovrai predisporre la tua casa per le visite dei potenziali compratori: in questa fase è consigliabile rendere la casa il più spaziosa e illuminata possibile in modo tale che coloro che verrano a vederla potranno farsi da subito un’idea specifica e immaginare come arredarla e sistemarla in base ai propri gusti personali.

Per presentare la tua casa al meglio dovrai anche mettere in evidenza tutti i punti di forza della casa. Se ad esempio la tua abitazione è ubicata vicino al centro città o ai mezzi pubblici di trasporto. Fare presente se ci sono numerosi negozi o se è presente un centro commerciale nelle vicinanze dell’abitazione.

Nello stesso tempo dovrai anche fare presente tutti i punti deboli, ad esempio se sarà necessario fare lavori di ristrutturazione o altri elementi negativi che influiscono sulla scelta finale di un potenziale acquirente.

È molto importante esporre chiaramente tutti i punti di forza e di debolezza così da dimostrare fin da subito lealtà e acquisire una posizione di vantaggio.

Stabilisci il prezzo di vendita

Quando vendi casa privatamente devi stabilire il prezzo di vendita pensando ad un valore oggettivo e realistico.

È molto importante scegliere un prezzo adeguato se vuoi vendere la tua casa privatamente perché è probabile che per te l’immobile abbia un valore ma se i potenziali compratori riterranno che il valore inserito sia elevato difficilmente sarai ricontattato per approfondire la trattativa.

Per stabilire il prezzo corretto può essere utile fissare un range in cui inserire un prezzo massimo, che sarà la proposta iniziale, e un prezzo minimo che sarà la cifra oltre la quale non sei disposto a scendere.

Un altro elemento con cui potrai decidere il valore del tuo immobile è quello di confrontarlo con case in vendita simili e nella stessa zona così da stabilire un prezzo corretto.

Inoltre ci sono diversi siti internet che offrono una valutazione gratuita basandosi su parametri realistici che ti forniscono una stima attendibile commercialmente in quel momento.

Infine potrai decidere di rivolgerti ad un perito per far valutare il tuo immobile.

Procurati tutta la documentazione necessaria

Se vendi casa privatamente dovrai preparare tu stesso tutta la documentazione necessaria a garantire che l’immobile sia regolare sotto ogni punto di vista.

Dovrai avere con te tutta la documentazione necessaria sia dal punto di vista edilizio sia da quello urbanistico.

Prepara in anticipo tutta la documentazione, prima di recarti dal notaio, così da non ritrovarti in spiacevoli imprevisti e contestazioni da parte del compratore.

Non dichiarare mai il falso poiché in fase di verifica della documentazione ogni falsa dichiarazione viene facilmente rilevata e in tal caso andrai incontro a conseguenze negative inerenti il pagamento di eventuali sanzioni.

Le documentazioni principali sono l’atto di acquisto e l’attestato di prestazione energetica della casa, il certificato di agibilità, il certificato di abitabilità.

Il compromesso e la stipula del rogito

Ed eccoci arrivati alla fine del percorso che ti porterà a vendere la casa privatamente.

Tramite il compromesso subentra un impegno tra colui che sta vendendo l’abitazione e chi ha deciso di acquistarla. In sostanza il compromesso serve a fissare le condizioni stabilite dalle parti e ad evitare che l’acquirente in seguito ci ripensi. In questa fase l’acquirente verserà una caparra. L’ultimo passaggio è la stipula del rogito entro il termine fissato nel contratto preliminare. Tramite il rogito l’acquirente diventerà il nuovo proprietario dell’abitazione.